Compare casa sicuramente è entusiasmante: un passo importante per costruirsi un futuro, una famiglia, gratificarsi. Ma… avete pensato a tutto prima di mettere firma? Sapete bene cosa fare per evitare di incappare in spiacevoli equivoci? Con questo articolo cercheremo di dare qualche pratico consiglio a due milioni di famiglie italiane in procinto di compiere questo passo. Ma anche a chi semplicemente voglia informarsi su cosa comporta questa scelta.

Casa, documenti e burocrazia

State comprando casa? Bene, la prima cosa da fare è accertarvi che tutto, a cominciare dai documenti, sia perfettamente in ordine. Uno degli errori più “gettonati”, per così dire, è fidarsi ciecamente delle agenzie immobiliari o dei vecchi proprietari. La fiducia è una bella cosa, ma in certi casi è meglio essere un po’ miscredenti. Richiedete sempre di visionare l’atto di provenienza del venditore. In questo modo vi tutelerete dalle spiacevoli conseguenze che potrebbero nascere se chi vi vende la casa non ha in realtà l’autorizzazione a farlo. A volte capita che il venditore sia semplicemente un parente del proprietario e magari non informato. Ma può anche capitare che sulla casa ci sia un’ipoteca.

casa

casa

Interessatevi poi di controllare visure catastali e planimetria dell’appartamento: eventuali irregolarità, indipendentemente dal fatto che non siano imputabili direttamente a voi, vi esporrebbero al rischio di dover pagare multe salatissime.

La documentazione edilizia è fondamentale: concessione edilizia e attestato di abitabilità devono essere coerenti con la situazione catastale.

 

Richiedete infine di controllare le certificazioni relative alla conformità energetica dell’immobile.

Se l’abitazione ha subito recenti lavori di ristrutturazione sarà necessario richiedere i certificati di conformità degli impianti e le autorizzazioni comunali per i lavori eseguiti.

Un po’ di senso pratico

Un po’ di senso pratico non guasta mai, a maggior ragione quando si acquista casa. Prima di impelagarvi in situazioni assurde verificate che le eventuali regole condominiali possano adeguarsi alle vostre esigenze (abbandonereste il vostro cane se i condomini avessero stabilito che nessuno all’interno del residence possa tenere animali?). Lo stesso vale per le decisioni già prese ma che avranno ripercussioni future (siete disposti a versare dei soldi per installare un ascensore?). Chiedete anche di visionare l’estratto di pagamento condominiale… non si sa mai. Non è augurabile ereditare debiti dal venditore.

Rientra nella categoria anche la capacità di non lasciarsi trascinare dagli eventi e ponderare bene l’entità del budget a disposizione, le modalità di acquisto e l’effettivo valore di mercato dell’edificio. A questo, tra l’altro, fareste bene ad aggiungere una valutazione personale circa le reali qualità della casa (è vicina al posto di lavoro? Andrà bene anche se la famiglia dovesse allargarsi? Potrei in un futuro affittarla facilmente? Ecc.). 

Un buon professionista ti salva dalla fregatura

Un altro aspetto che non bisogna mai sottovalutare è lo stato di conservazione della casa. Prima di impegnarsi formalmente e sobbarcarsi una spesa che ti impegnerà per molti anni è bene avere un parere da professionisti esperti. Il tuo sogno non deve diventare un incubo.

Il consiglio è di contattare un perito che sia un ingegnere, architetto o geometra e invitarlo a fare un sopralluogo, certamente l’occhio esperto vedrà oltre quello che avete visto voi e potrà dare un parere sulla bontà dell’affare. Vi immaginate comprare casa e pochi mesi dopo essere costretti a sostituire tutte le tubazioni? 

Oltre agli esperti immobiliari sopra citati, sarebbe ottima prassi consultare un legale e il consulente bancario che vi preparerà la pratica per ottenere un mutuo.

Ricordate che sia nell’uno che nell’altro caso alla cifra nuda e cruda del valore di mercato della casa dovrete aggiungere degli extra: la registrazione del contratto, i tassi di interesse, la perizia, la parcella del notaio ecc. Questi costi faranno sì che il prezzo del vostro acquisto lieviti di un buon 10%. 

Soluzioni un po’ più economiche

Se proprio l’idea di mettervi sulle spalle un mutuo vi terrorizza, valutate sempre l’ipotesi dell’affitto, dell’acquisto di casa con riscatto o della semplice nuda proprietà. Potreste anche scegliere di comprare casa all’asta, magari monitorando costantemente il sito www.realestatediscount.it di sicuro potreste concludere dei veri affari, ma tenete presente in questo caso che è meglio farvi seguire da un addetto ai lavori di cui è bene chiedere sin da subito l’eventuale onorario.

Ricordate inoltre che il mutuo può essere un aiuto ma, qualora decideste di chiedere un prestito eccessivamente dilazionato nel tempo, finireste per pagare la casa molto più di quel che vale.

 

Please follow and like us: